L’arte di arrangiarsi

L’arte di arrangiarsi

Più a ritroso si va nel tempo, più l’arte del sapersi costruire o riparare gli oggetti di uso quotidiano era fondamentale nell’economia domestica delle famiglie.
Anche in ambito scolastico possiamo dunque trovare dei chiari esempi di questa abitudine ed abilità manuale.
I testi scolastici in particolare servivano a più componenti della famiglia e quindi la loro conservazione era importante.
A tal proposito possiamo infatti osservare come nelle famiglie più modeste si usasse rivestirli di stoffa invece che di altri materiali cartacei in modo che durassero più a lungo nel tempo.
Cannucce, squadre, righelli e molti altri oggetti del corredo scolastico erano invece costruiti, secondo tradizione, utilizzando il legno che nelle zone di montagna abbondava come materiale.

In esposizione vediamo uno stupendo mappamondo in legno tornito a mano del maestro Sorarù Antonio di Rocca Pietore che nella sua semplicità esprime una grandissima poesia.
I maestri infatti dovettero ingegnarsi per sopperire agli scarsi mezzi economici che avevano a disposizione, anche con l’aiuto degli scolari, e a dimostrazione di ciò vi sono la realizzazione di solidi geometrici in legno e tanti altri strumenti didattici ancora.

Share Button